venerdì, dicembre 23, 2005

Il cattolico

Ieri sera, nel nuovo programma del Bagaglino "Torte in faccia", chiunque avesse avuto voglia di soddisfare i propri gusti raffinati avrebbe potuto assistere allo spogliarello della bellissima Aida Yespica. Uno spogliarello che non lasciava spazi all'immaginazione. Insomma, una cosa che in TV si vede quotidianamente.

Quello che invece dovrebbe stupirci (forse) è questa immagine qui:

(fonte corriere.it)
Sua Eccelenza Clemente Mastella, che era presente in prima fila allo show, ha deciso di farsi accompagnare dal bellissimo davanzale della Yespica. E cosa mai ci sarebbe di strano in questo? Nulla. Di strano proprio nulla... Ah si, una cosa tra le altre forse c'è: vi ricordate il referendum sulla procreazione assistita della pimavera scorsa? Ricordate chi e per quale ragione era tra i promotori del "no", anzi dell'astensione? Ebbene sì, era proprio il "cattolico" Clemente.
Ora mi chiedo io nella mia ingenuità, cosa ci sta a fare un cattolico in uno show di avanspettacolo, da sempre riempito di ballerine seminude e di battute sqallide? Se si è cattolici non si dovrebbe andare al teatro o rimanere in famiglia con figli e nipotini? Sì, in famiglia. Questa bellissima parola che tanto piace ai "cattolici".
Sì lo so che la mia domanda è ingenua al cento per cento, ma volevo solo ribadirla affinche ci ricordassimo che ogni volta che gente come Mastella si fa definire cattolico per motivi politici dovremmo rotolarci per terra dal ridere (o perchè stiamo vomitando, a voi la scelta).